PRESIDENZA

 

 Il Collegio Araldico Internazionale, Organo Araldico effettivo del Regno dei Santi Pietro e Paolo, pur attenendosi alle tradizioni secolari di questa disciplina ed occupandosi delle sue questioni di carattere nobiliare ed araldico si avvale, nella gestione dirigenziale, della titolatura di "Presidenza", pur rimanendo nella ferma attenzione rivolta alle onorifiche ed affascinanti titolature degli Ufficiali delle istituzioni araldiche dell'Inghilterra, della Scozia e dell' Irlanda, come i Re delle Armi e suoi collaboratori. 

Nell'antichità il Re d'Armi era il grado principale tra quelli degli ufficiali d'Armi,  era il Capo degli Araldi ed aveva il compito di custodire gli stemmi concessi, apportando le modificazioni o aggiunte che derivavano da nuove concessioni o da alleanze matrimoniali. A tal fine provvedeva anche a registrare e correggere gli alberi genealogici delle famiglie. In molte tradizioni araldiche solo un Re d'Armi aveva l'autorità di concedere insegne araldiche. In altre tradizioni tale potere era delegato ad altri ufficiali di rango paragonabile.

 

Gli Ufficiali Araldi  per tradizione sono sempre stati  Membri della Casa Reale, direttamente nominati dal Sovrano su raccomandazione del Re delle Armi in carica.

 

 

 

 L'Ufficio di Autorità Araldica e Nobiliare del Collegio Internazionale di Araldica è guidata dal Nostro Esimio Presidente, Don Orazio Mezzetti, facente funzione di Araldista, in qualità di "Re delle Armi",  Grande Araldo e Capo degli Ufficiali d'Armi.  Il Presidente è un valente esperto e studioso della materia e viene   coadiuvato nella sue funzioni da alcuni validi e fedeli Ufficiali Araldi: dal Segretario Generale in carica, (colui che coordina tutte le attività del Collegio), dal Primo Consigliere Araldo (che detiene anche funzioni di Segretario Cancelliere),  e dal Conservatore Generale (Ufficiale preposto agli archivi e alla biblioteca del Collegio) che a loro volta sono sostenuti da altri Ufficiali. Il Dott. Orazio Mezzetti è uno specialista di Scienze Araldiche con incarichi di Consulente Tecnico d'Ufficio in "Araldica e Scritture Antiche" presso il Tribunale di Ferrara, Consulente Tecnico Arbitrale presso la Corte Suprema di Giustizia Nobiliare Arbitrale di Bari - Tribunale Nobiliare Internazionale,  Perito araldico iscritto alla C.C.I.A.A. di Novara al N. 395 Ruolo Periti ed esperti nella categoria 010: Scritture Antiche ed Araldiche (Paleografia, Diplomatica, Sfraggistica, Archivistica, Bibliografia antica e moderna), Rettore dell’ Accademia Internazionale di Alti Studi Araldici "Giovanni Battista di Crollalanza" (AIASI), Organizzazione Intergovernativa, registrata presso le Nazioni Unite, Direttore del Dipartimento Araldica e Stemmologia dell'Istituto Umberto II di Savoia, di Araldica, Diritto Nobiliare, Studi di Istituzioni Monarchiche, docente in "Scienze Araldiche, Storia ed Estetica Araldica" presso la Serenissima Accademia degli Stemmi di Ferrara. E' in possesso di Master di araldica della A.S.A.M. University di Roma, dell'Accademia del Sacro Romano Impero - Schola Palatina Austro Ungarica di San Cirillo di Lugano e di Master of Sciences per gli studi Araldici M. Sc. dell'Imperial Academy of Russia - Moscow University Sancti Nicolai - Lugano CH.